Perchè dare una possibilità a Game of Thrones anche in streaming?

Quando si pensa alla serie tv più seguita degli ultimi anni il pensiero vola subito a Game of Thrones, che è senza dubbio quella con più appeal sia guardando i dati relativi agli ascolti televisivi, sia riguardo alla visione in streaming.

Non è quindi una sorpresa il fatto che ora la serie sia disponibile anche sul servizio di streaming di Now Tv.

Quel che sorprende è semmai il fatto che ancora oggi vi sono amanti delle serie tv che non hanno visto nemmeno una puntata di Game of Thrones, per preconcetto verso il genere fantasy o semplicemente perchè attratti da altre serie tv di minore impatto. Ebbene, sono in realtà diversi i motivi che dovrebbero spingere chi si definisce amante delle serie tv a rivedere quelle che sono le proprie posizioni nei confronti di Game of Thrones.

Una serie di ottimo livello sotto ogni aspetto

Quando si parla dei motivi che dovrebbero spingere chi non l’ha ancora fatto a vedere Game of Thrones, anche in streaming, si deve per forza di cose cominciare parlando del suo eccellente livello qualitativo sotto ogni aspetto. Una buona serie tv si fonda su una sceneggiatura ben scritta e su attori in grado di interpretare al meglio i personaggi.

Ebbene, per una serie fantasy tutto questo non basta, perchè risultano fondamentali per la riuscita del prodotto anche le scelte relative ai costumi, alla fotografia e alla scenografia. In una serie come Game of Thrones sbagliare era facilissimo, considerando la complessità della vicenda da raccontare sotto ogni punto di vista, anche scenico. Tuttavia i produttori esecutivi della serie sono stati finora davvero bravi a non sbagliare un colpo e niente lascia presagire che nelle ultime 2 stagioni questo trend cambierà.

Poche puntate in ogni stagione per garantire la qualità

Chi ha letto i libri da cui è tratta Game of Thrones sa benissimo che per portare tutta l’opera di R.R. Martin sul piccolo schermo sarebbe stato necessario mettere in cantiere stagioni da almeno 24 episodi, con il rischio di dover comunque tralasciare alcuni aspetti delle varie trame sviluppate nei libri. Chi produce Game of Thrones ha fatto però una scelta decisamente coraggiosa, optando per stagioni da massimo 10 puntate.

Questa scelta poteva comportare senza dubbio il fallimento della serie, ma in realtà tutto quel che di importante c’è nei libri è stato portato sul piccolo schermo e alla fine la scelta è stata vincente: anche chi dovesse iniziare a vedere ora Game of Thrones in streaming non avrà problemi a seguirlo, perchè lo sviluppo della trama è sì complesso, ma non pesante.

Una serie che avvicina le persone al fantasy

Altro motivo per cui Game of Thrones è divenuto un fenomeno di culto ed è tra le serie tv più seguite anche in streaming, risulta senza dubbio essere la sua capacità nel far avvicinare chi lo guarda al genere fantasy. Tutti sanno che tale genere è decisamente per appassionati, ma il grande merito di Game of Thrones è quello di aver trovato la formula giusta per renderlo qualcosa di accessibile a chiunque.

Questo è senza dubbio un altro punto a favore della serie. Infine, bisogna anche pensare al fatto che se un prodotto televisivo ha così appeal risultando uno dei programmi più visti in assoluto a livello internazionale anche in streaming, vuol dire che qualcosa per cui vale la pena vederlo deve esservi. Quindi, perché non dargli una possibilità?