Cosa è il Conto Energia?

Il conto energia è un decreto emanato dal Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico in cui si riconosce a privati, imprese ed enti pubblici la possibilità di usufruire di un sistema di incentivi mettendo in rete l’energia prodotta attraverso impianti fotovoltaici.

La prima versione di questo decreto è comparsa nel 2006, da allora si sono susseguiti una serie di aggiornamenti volti a semplificare le procedure di accesso.

L’obiettivo è quello di favorire la diffusione di tecnologie verdi volte a produrre energia pulita. Nello stesso tempo si invogliano cittadini ed imprese a produrre in autonomia e a km zero l’energia necessaria, riducendo i costi e le spese.

 

Incentivi e benefici ottenuti con il conto energia

 

Aderendo al conto energia il proprietario dell’impianto fotovoltaico riceve per 20 anni un contributo mensile dal gestore del sistema elettrico nazionale (Gse).

I vantaggi del Conto Energia

Questo contributo varia in base alla quantità di energia prodotta in eccesso e rivenduta alla rete generale. In pochi anni ciascun utente sarà in grado di recuperare i soldi investiti nell’acquisto iniziale dei pannelli fotovoltaici, per poi avere direttamente dei guadagni ogni mese.

Ad oggi ogni kw di energia rivenduta al Gse consente di ricavare tre volte tanto rispetto al costo di un singolo kilowatt. Per fare un esempio, se 1 kw costa 18 centesimi, il Gse pagherà da 40 a 49 centesimi, tenendo conto delle caratteristiche dell’intero impianto fotovoltaico.

 

Come accedere al conto energia

 

Per avere accesso al conto energia è richiesta l’installazione di un impianto fotovoltaico che abbia una potenza nominale non inferiore a 1 Kw. Una volta effettuata l’installazione bisognerà inoltrare un’autorizzazione al Comune di residenza e contemporaneamente inviare il progetto dell’intero impianto e la richiesta di connessione alla rete al proprio gestore di energia elettrica.

A quel punto sarà necessario attendere le disposizioni del gestore che indicherà il punto di allacciamento, il preventivo dei lavori e la durata stimata per completare il progetto. Una volta avvenuto l’allacciamento, sarà compito dell’utente inviare al Gse entro 60 giorni la documentazione necessaria per ricevere le tariffe agevolate. Il Gse ha a sua volta ulteriori 60 giorni per comunicare la tariffa assegnata.

 

 

websexlivecam