La valeriana: una pianta dalle tante virtù

NON SOLO FARMACI: RIMEDI NATURALI PER COMBATTERE L’ANSIA

Vi sentite nervosi e gli stati d’ansia non vi lasciano tregua?

Se da un lato, alcuni ricercatori sostengono lo stretto legame tra ansia e intelligenza, dall’altro, miei cari ansiosi, non abbassate la guardia, perchè le vostre preoccupazioni perenni potrebbero causare nell’ organismo un abbassamento delle difese immunitarie, rendendovi più vulnerabili difronte alle malattie. Dunque, imparare a gestire l’ansia è fondamentale per migliorare la qualità della vita di tutti i giorni. E per farlo, non bisogna puntare solo ed esclusivamente all’uso di sostanze farmacologiche, che il più delle volte alleviano il problema senza eliminarlo, ma è possibile ricorrere ad alcuni trattamenti naturali, di per sè molto efficaci.

E’ il caso della valeriana, una pianta officinale le cui virtù sono note fin dal XVI secolo, quando cominciò ad essere somministrata come blando ansiolitico con lo scopo di rimuovere stress e disturbi del sonno.

VALERIANA: CARATTERISTICHE FISICHE E PROPRIETA’ TERAPEUTICHE

benessereLa pianta (disponibile sul sito Lavaleriana.it), dall’ odore intenso, particolarmente caro ai gatti, nasce prevalentemente nelle zone boscose dell’ Europa e dell’Asia e si distingue per il fusto eretto e per i piccoli fiori disposti in una particolare forma a grappolo chiamata “corimbo”. Non a caso, i Romani, le attribuirono il nome di valeriana, facendo derivare il lemma dall’ espressione latina valere, che letteralmente significa essere forte. Straordinaria combinazione di olii essenziali, alcaloidi e flavonoidi, la valeriana, è particolarmente celebre per le sue singolari capacità di riabilitare il sistema nervoso, propagando uno stato di calma, che si diffonde per tutto il corpo senza però mai togliere la lucidità.

ULTERIORI VIRTU’ E BENEFICI DELLA VALERIANA

Alcuni studi, dimostrano inoltre che la valeriana possiede grandi capacità di distensione: lenisce infatti gli spasmi della muscolatura addominale, concorrendo ad attenuare i sintomi della gastrite e della colite nervosa. Il suo utilizzo è anche ampiamente riconosciuto per guarire o temperare malesseri derivanti da cattiva postura o stress quali dolore al collo, alle spalle e alla cervicale.

Talvolta, proprio per le sue qualità sedative, la valeriana viene somministrata ai bambini affetti da iperattività e deficit d’attenzione. Disponibile in varie modalità, sotto forma di gocce, infusi o tintura madre, può essere assunta anche in caso di cefalee ed emicranie, sebbene, in questo caso, si consigli di abbinarla sempre ad altri rimedi fitoterapici, come la melissa o il biancospino altrettanto noti per la loro azione calmante. Molteplici sono dunque gli usi e i benefici di questa pianta dalle multiproprietà. Molte persone infatti, sono solite assumerla per combattere le patologie più disparate come l’asma nervosa, l’eccitabilità, l’ipocondria, i tremori, o per alleggerire la sindrome da stanchezza cronica. La valeriana inoltre, proprio perchè si propone di ridurre lo stress, favorisce l’attività sessuale, incrementando la libido, e aiuta a far smettere di fumare.

COME ASSUMERE LA VALERIANA

In caso di insonnia, o di ansia, si consiglia di assumere la valeriana sotto forma di infuso che andrà sorseggiato prima di mettersi a letto per poter beneficiare a pieno e più a lungo di questo singolare trattamento. Da Ippocrate ai greci, dai cinesi agli arabi, la valeriana è una delle piante che, più di altre, è riuscita a imporsi con grande successo grazie alle sue interminabili proprietà medicinali e terapiche. Per un rapido sollievo, prova la valeriana senza remore: un toccasana di benessere e tranquillità.